Al via la terza edizione del Premio Antonio Megalizzi

Print Friendly, PDF & Email
megalizzi

Si rinnova anche nel 2022 il Premio Antonio Megalizzi, iniziativa che affonda le proprie radici in Overtime Festival, il festival nazionale del racconto, dell’etica e del giornalismo sportivo, che la Pindaro Eventi da dodici anni organizza a Macerata.

L’Università degli Studi di Macerata conferirà il prestigioso riconoscimento in onore e memoria del giovane reporter morto a Strasburgo a seguito dell’atroce attentato terroristico dell’11 dicembre 2018. Il giornalista italiano, che si trovava nella città sede del Parlamento Europeo per seguirne l’ultima plenaria dell’anno, era appassionato di Europa, di quella unita, inclusiva, attenta ai bisogni, ai desideri e alle aspettative dei cittadini e collaborava con la redazione radiofonica Europhonica, network che riunisce diverse radio universitarie italiane con l’obiettivo di raccontare agli studenti le dinamiche dell’Unione Europe.

Per questo l’Ateneo maceratese, in occasione di Overtime Festival 2019, aveva prontamente provveduto a dedicargli la sala sede della radio universitaria, Radio Rum, istituendo il premio in collaborazione con la Pindaro Eventi e la Fondazione Magalizzi. In seguito al tragico evento, la famiglia Megalizzi e la fidanzata Luana Moresco hanno infatti creato una fondazione con lo scopo di promuovere, coordinare e sostenere quelle iniziative e manifestazioni che vogliano condividere e diffondere il sogno europeo di Antonio attraverso la comunicazione e l’informazione al fine di rafforzare un’identità collettiva nazionale ed europea.

Bandita quindi la terza edizione del “Premio Antonio Megalizzi” rivolto a tesi di laurea magistrale – corsi a ciclo unico, vecchio ordinamento quadriennale e nuovo ordinamento, II livello – discusse in qualsiasi università italiana.

megalizzi

L’ex rettore dell’Università di Macerata, Francesco Adornato, insieme alla signora Anna Maria, madre di Antonio. (picchionews.it)

Le tesi dovranno mettere in risalto orizzonti e idee per l’Europa nell’ottica di un umanesimo innovativo, capace di connettere passato e futuro.
Tra le possibili linee tematiche: la questione della cittadinanza, l’identità in ottica storico-filosofica, la dimensione comunicativa e il ruolo dei media, il dialogo interreligioso, l’evoluzione dell’Unione europea, le politiche e i diritti, ecologia e sostenibilità, politiche sanitarie migrazioni e generazioni, digitalizzazione e intelligenza artificiale, anche in riferimento all’Anno Europeo dei Giovani e agli impegni espressi nel piano Next Generation EU.

Non nasconde la grande soddisfazione per l’iniziativa Michele Spagnuolo, direttore di Overtime e presidente di Pindaro Eventi, per il quale la sinergia con l’Università di Macerata e la Fondazione Megalizzi rappresenta «un’occasione straordinaria per diffondere e condividere la passione e l’entusiasmo di Antonio per il giornalismo, la vita, l’Europa».

Il bando del Premio è dispobibile a questo indirizzo.

 

Foto copertina – Fondazione Antonio Megalizzi

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp
LinkedIn
Pinterest

Scrivi un commento

Articoli Recenti:

overtime film festival 2023

Overtime Film Festival 2023, ecco i vincitori

Anche quest’anno Macerata ha ospitato opere provenienti da ogni parte del mondo che trattano lo sport nella sua accezione più ampia, con una particolare e mirata attenzione alla sua componente etica e valoriale, dando spazio ai talenti italiani e internazionali e alla loro creatività

Leggi Tutto »

Le nuove guerre del calcio

Il recente esodo verso la Saudi Pro League ha radici ben più lontane e profonde, rientrando in un generale tentativo di accrescere peso e legittimazione geopolitica attraverso lo sport. Se sorprende in molti, era invece già stato scandagliato dal giornalista de Il Sole 24 Ore

Leggi Tutto »

Autore

Segui Overtime Festival

Articoli Recenti

Torna in cima