Paola Egonu e la bandiera a cinque cerchi

Print Friendly, PDF & Email

La notizia rimbalza oramai da ore, la pallavolista Paola Egonu sarà una degli otto portabandiera del Cio alle Olimpiadi di Tokyo, che verranno inaugurate dalla cerimonia di venerdì 23 luglio. Un orgoglio, per l’Italia e per la giovane sportiva. Ma vediamo chi è Paola Egonu, che per chi non lo sapesse è nata il 18 dicembre 1998 a Cittadella da genitori di origine nigeriana.

La sua carriera parla chiaro: nel 2013 è entrata a far parte della squadra federale del Club Italia in Serie B1, cui è rimasta legata per quattro stagioni e con quella divisa nella stagione 2016/2017 contro il San Casciano in Serie A1 ha realizzato un totale di 46 punti, miglior risultato di sempre di A1. Nel 2017/18, nella stessa serie, ha giocato per l’Agil Novara, e con questa squadra ha vinto la Supercoppa italiana 2017, due Coppe Italia, e la Champions League 2018-19, al termine della quale  è stata riconosciuta come migliore giocatrice.

Paola Egonu ai tempi del Club Italia. (corriere.it/Ipp)

Dal 2019, infine, gioca per l’Imoco di Conegliano. Sempre in Serie A1 ha conquistato due Supercoppe italiane e il campionato mondiale per club 2019, vincendo in entrambi i casi il premio di MVP, due Coppe Italia – premiata come MVP nell’edizione 2020/2021 – lo scudetto  e la Champions League nel 2021.

Ma non si è fermata qui, ha addirittura battuto sé stessa realizzando 47 punti realizzati da una giocatrice in una singola partita di Serie A1, Non male!

La campionessa dell’Imoco Conegliano festeggia il suo primo scudetto, conquistato da MVP del torneo. (voley631.com.ar)

Una giocatrice di questo calibro non poteva ovviamente non partecipare alle avventure con la Nazionale di pallavolo italiana, perciò nel 2015 ha fatto parte della Under 18, con cui ha vinto la medaglia d’oro al Campionato mondiale 2015. Tra il 2014 e il 2016 è stata convocata nella nazionale Under 19 e Under 20, vincendo, con quest’ultima, il bronzo al campionato mondiale 2015.

Dal 2015 sono arrivate le prime convocazioni con la Nazionale maggiore, con cui, nel 2017, ha vinto la medaglia d’argento al World Grand Prix, mentre, nel 2018, ha conquistato la medaglia d’argento al campionato mondiale. Un anno dopo, al campionato europeo 2019, ha vinto la medaglia di bronzo.

Tutto questo a nemmeno 23 anni.

@paolaegonu on Instagram

La forza di Paola non sta però solamente nello sport, ma in tutto: non si lascia abbattere da critiche o stupidi commenti razzisti e soprattutto non ama le etichette, con naturalezza poco tempo fa ha dichiarato in un’intervista di avere una fidanzata, definendosi – come dovrebbe essere sempre – innamorata.

Un bell’esempio, sul campo e fuori, per tutti.  Aspettiamo di vederla, fieri con lei, all’apertura della XXXII Olimpiade.

 

Foto copertina – theitaliantimes.it

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Scrivi un commento

Articoli Recenti:

Autore

Segui Overtime Festival

Articoli Recenti

Torna in cima