Il programma della dodicesima edizione di Overtime

Print Friendly, PDF & Email

Con un cartellone ricchissimo di appuntamenti dal 5 al 9 ottobre torna a Macerata Overtime, il Festival nazionale del giornalismo, del racconto e dell’etica sportiva che, come da consolidata tradizione, vuole celebrare lo sport in maniera originale e innovativa, all’insegna del tema conduttore: Bellezza. La Bellezza nello sport e dello sport, regalata dai suoi protagonisti, dai suoi colori, dai gesti tecnici, dall’incertezza del risultato, dal saper accettare una sconfitta.

«Arrivato alla sua dodicesima edizione, Overtime Festival, continua a coinvolgere nomi di richiamo nazionale e internazionale che saranno ospiti a Macerata per parlare di cultura sportiva ed etica dello sport – ha detto il sindaco Sandro Parcaroli durante la conferenza stampa di presentazione dell‘evento -. Grazie agli oltre 40 appuntamenti, lo sport e i suoi valori, in questa edizione dedicata alla bellezza, diventeranno chiave di lettura dei processi di socialità e motore di incontri e confronti».

Il Festival si aprirà nella mattinata di mercoledì 5 ottobre con gli incontri  Il diritto allo sport alla presenza dell’inviato di guerra Vincenzo Frenda e del garante per i diritti della Regione Marche Giancarlo Giulianelli e La bellezza di essere unici con relatori il Questore della Provincia di Macerata dott. Vincenzo Trombadore, del dott. Paolo Nanni, della sociologa Silvia Agnani e di Roberto Cammarelle, il plurimedagliato pugile delle Fiamme Oro che con grande sportività accettò il discusso verdetto della finale olimpica di Londra 2012. Alle 19 ad inaugurare ufficialmente la manifestazione un ospite di eccezione, che ha condotto la Nazionale italiana di calcio a vincere gli Europei dopo 53 anni dall’ultima affermazione, mister Roberto Mancini. Insieme a lui sul palco del Teatro Lauro Rossi Marco Scarponi, che nel ricordo e nel nome del fratello Michele, indimenticato campione di sport e umanità, combatte ogni giorno con la sua Fondazione contro la violenza stradale.

Ad impreziosire la giornata gli appuntamenti con altri due grandi sportivi marchigiani: mister Fabrizio Castori, che presenta con gli autori Massimo Boccucci e Simone Paolo Ricci il libro Fabrizio Castori. La storia di Mister Promozioni, e Elisa Di Francisca, una delle schermitrici italiane più vincenti della storia, protagonista con Giù la maschera. Confessioni di una campionessa imperfetta, autobiografia in cui si racconta in presa diretta e senza filtri, tra rivelazioni private e inediti retroscena sportivi.

A completare il programma della giornata inaugurale la presentazione in anteprima nazionale del libro Casagrande: all’inferno e ritorno di Enzo Palladini.

La locandina della conferenza stampa.

Giovedì 6 ottobre è giornata di grandi campioni: Simone Pianigiani, ex allenatore di basket vincitore di 6 Campionati italiani e testimonial del progetto “Allenarsi per il futuro”, si confronterà con gli studenti maceratesi; il velista e argento olimpico nel canottaggio a Londra 2012 Romano Battisti dialogherà con il giornalista Stefano Vegliani, autore dell‘opera Luna Rossa; la leggenda vivente del karate mondiale Luigi Busà, oro olimpico a Tokyo 2020,  ripercorrerà la sua straordinaria vicenda umana e sportiva presentando l’intensa e sincera autobiografia La forza e il controllo. Lezioni di vita sul tatami; Nicoletta Romanazzi, la mental coach più famosa d’Italia, autrice di Entra in gioco con la testa, racconterà il suo “non metodo” con il quale ha indirizzato alla vittoria Marcel Jacobs e tanti altri campioni dello sport; Sandro Campagna e Ratko Rudic, due uomini che hanno scritto la storia della pallanuoto mondiale, ricorderanno la vittoria olimpica del Settebello a Barcellona 1992 e tanti aneddoti vissuti.

Attesissimo è l’appuntamento, previsto alle 21.30 al Teatro Lauro Rossi, con Francesco Pannofino, attore e doppiatore tra i più apprezzati del panorama nazionale, che parlerà di sport dal suo punto di vista, in una serata all’insegna della comicità e dell’autoironia. A stimolarlo con le sue tradizionali verve, ironia, competenza Marco Ardemagni, conduttore di Caterpillar AM, grande amico di Overtime Festival, con cui collabora ormai da 10 anni.

Ad arricchire il palinsesto della giornata, svelando al pubblico storie di sport più o meno note, le presentazioni dei libri Giannis Antetokounmpo, Odissea di Andrea Cassini, Antialmanacco del calcio di Carlo Martinelli, I calciatori selvaggi di Marco Ciriello, Il pallone ai tempi di Tino Asprilla di Enzo Palladini con ospite un altro grande amico di Overtime, mister Nevio Scala accompagnato dai vini della sua azienda vitivinicola. Previsto anche un momento conviviale con il pilota Jarno Trulli: intervistato dal giornalista Lorenzo Pastuglia racconterà aneddoti e curiosità sulla sua carriera sportiva e sull’attività imprenditoriale vitivinicola.

Venerdì 7 ottobre grande spazio al racconto sportivo: narreranno sei storie di resilienza olimpica in tempi di Covid il direttore di Eurosport Antonio Raimondi e i giornalisti Massimiliano Ambesi, Francesco Paone e Gianmario Bonzi che presenterà anche il libro Giochi di gloria. Storia, misteri e curiosità da Atene 1896 a Rio 2016; con Miracolo di Berlino e la presenza della campionessa mondiale di pallavolo Simona Rinieri, i giornalisti del Corriere dello Sport-Stadio Leandro De Sanctis e Pasquale Di Santillo celebreranno lo storico trionfo al femminile dell’Italia di Marco Bonitta campione del mondo nel volley nel 2002, venti anni fa; Marino Bartoletti, ideatore di trasmissioni cult come “Quelli che il calcio” e “Pressing”, presenterà “Il ritorno degli Dei”, vincitore del Premio Bancarella Sport 2022; Gianluca Di Marzio, il giornalista sportivo più seguito sui social, con una community di oltre 3 milioni di followers, debutta ad Overtime con Almanacco 2021-2022 del Grand Hotel Calciomercato; durante la presentazione in anteprima nazionale del libro Messi di Fabrizio Gabrielli prima partecipazione in presenza al Festival anche per Isabella Ferretti, fondatrice di 66thand2nd, la casa editrice che ha rivoluzionato il modo di raccontare sport e letteratura in Italia;  allieterà il pubblico del Teatro Cinema Italia con le sue battute ed esilaranti imitazioni Pierluigi Pardo, che nelle scorse edizioni del Festival ha già duettato con Gabriella Greison e Giuseppe Cruciani, cantato con Omar Pedrini, ballato con Maccio Capatonda.

Overtime Festival 2022

Maccio Capatonda e Pierluigi Pardo, ospiti dell’edizione 2021 di Overtime Festival.

Sempre nella giornata di venerdì 7 il Mental Coach Lorenzo Migliorelli illustrerà La difesa personale attraverso il metodo SDS coniugato al metodo del Mental Coaching. Confermata la tradizionale attenzione anche al calcio femminile con la presentazione del libro Voglio fare la calciatrice delle allenatrici Gaia Missaglia e Francesca Gargiulo e la collaborazione di YFIT Calcio Femminile. Quanto mai coerente con la tematica della Bellezza Calciorama. I colori della passione, il primo libro dedicato ai colori delle maglie del calcio. Decine e decine le storie che stanno dietro i “colori sociali” di una squadra, raccontate da un affabulatore di eccezione come Gino Cervi  e illustrate da un autore cult del mondo del football come Osvaldo Casanova.

Sabato 8 ottobre impreziosiscono il cartellone, grazie alla collaborazione con Minerva Edizioni, altre presentazioni di libri in anteprima nazionaleVittorio Pozzo di Dario Ronzulli e Volare Libero di Federico Calabrese, opera in cui si racconta l’affascinante storia sportiva di Gianluca Pagliuca che, considerato tra i portieri più forti del nostro calcio, rivelerà emozioni e aneddoti al pubblico di Overtime.

Non mancheranno appuntamenti dal sapore vintage, che celebreranno la bellezza del calcio di una volta che faticosamente riusciamo a riconoscere in quello attuale: l’artista Paolo Castaldi presenterà 11 luglio 1982, l’ex portiere Ivano Bordon e l’autore Jacopo Dalla Palma il libro In presa alta. Le parate di una vita di un portiere gentiluomo d’altri tempi alla presenza di Gianni Bellini, il più importante collezionista di album di calcio al mondo.

Discese, speciali e giganti è il titolo del libro di Stefano Vegliani e Matteo Pacor che ripercorrono gran parte della storia dello sci alpino. Grande protagonista di giornata anche il rugby: l’ex celebre pilone della nazionale italiana e ora chef Andrea Lo Cicero, soprannominato Il Barone, alle ore 11.00 parteciperà alla presentazione, moderata da Elvis Lucchese e accompagnata da degustazioni di birra a cura di Simone Nicoletto, del libro Non puoi fidarti di gente così. Storia della squadra di rugby che sfidò l’apartheid di Massimo Calandri; poi, alle ore 12.30, presenterà lo show cooking A pranzo con il Barone. Consigli per un’alimentazione da campione, evento offerto e organizzato da Maia Fucina Gourmet.

Chiuderà in bellezza la giornata lo storyteller Federico Buffa, che presenta lo spettacolo teatrale “Italia Mundial”, il racconto dell’indimenticabile vittoria della Nazionale Azzurra ai Mondiali di calcio del 1982, con la regia di Marco Caronna e Alessandro Nidi al pianoforte. I proventi dell’iniziativa saranno devoluti alla Lega Italiana Fibrosi Cistica Marche, l’Associazione che dà voce alle esigenze di pazienti e famiglie per migliorare le cure disponibili, le opportunità sociali, i diritti e la qualità di vita di ogni persona colpita da fibrosi cistica.

Overtime Festival 2022

Federico Buffa, ospite e grande amico di Overtime Festival.

L’evento gode della collaborazione dei club service della città di Macerata e avrà come testimonial Alessandro Gattafoni, un ragazzo di Civitanova Marche affetto da Fibrosi Cistica che durante “125 miglia per un respiro”, a bordo del suo kayak, ha sfidato il mare Adriatico e i suoi polmoni, partendo da Civitanova Marche e arrivando in terra croata dopo 21 ore consecutive e 130 km di pagaiate.

Nella giornata conclusiva del Festival, domenica 9 ottobre, in programma Rata da scoprire. I valori nascosti dei cento anni di storia biancorossa degli autori Enrico Scattolini, Paolo De Felice e Andrea Fabiani e con la moderazione dell’avv. Giancarlo NascimbeniAlessandro Del Piero. L’ultimo atto di un campione infinito di Alberto Galimberti; l’incontro dal titolo Plasticità organizzato dal prof. Marcello La Matina (Unimc); Il cuore dentro le scarpe. Sport e storie a Roma di Francesco Longo.

L’evento conclusivo della manifestazione vedrà protagonista Davide Moscardelli: “Made in Italy Born in Belgium”, uno dei suoi innumerevoli tatuaggi, descrive le origini di uno tra i più iconici giocatori del nostro calcio, uno che in campo si è sempre fatto riconoscere, per la barba “arrogante” e il sinistro delizioso, la tecnica e la generosità.

 

Overtime è un’idea di Pindaro Sports &Events, in collaborazione con Regione Marche, Comune di Macerata, Provincia di Macerata, UNIMC, CONI Marche, CIP Marche, Rai Marche, Panathlon International Club, Accademia di Belle Arti Macerata.

 

Per maggiori info e programma aggiornato in tempo reale: https://overtimefestival.it/

 

Foto copertina – Roberto Mancini, atteso protagonista della giornata inaugurale di Overtime Festival 2022.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp
LinkedIn
Pinterest

Scrivi un commento

Articoli Recenti:

overtime film festival 2023

Overtime Film Festival 2023, ecco i vincitori

Anche quest’anno Macerata ha ospitato opere provenienti da ogni parte del mondo che trattano lo sport nella sua accezione più ampia, con una particolare e mirata attenzione alla sua componente etica e valoriale, dando spazio ai talenti italiani e internazionali e alla loro creatività

Leggi Tutto »

Le nuove guerre del calcio

Il recente esodo verso la Saudi Pro League ha radici ben più lontane e profonde, rientrando in un generale tentativo di accrescere peso e legittimazione geopolitica attraverso lo sport. Se sorprende in molti, era invece già stato scandagliato dal giornalista de Il Sole 24 Ore

Leggi Tutto »

Autore

Segui Overtime Festival

Articoli Recenti

Torna in cima