Home/Blog OVERTIME, Rubriche, STORYTELLING/Giochi Olimpici invernali, Sochi 2014 fra neve e paura

Giochi Olimpici invernali, Sochi 2014 fra neve e paura

Print Friendly, PDF & Email

logo-sochiIl fascino delle Olimpiadi travalica da sempre lo sport per sconfinare nelle dinamiche politiche e, per estensione, nella storia. Succedeva con i Giochi dell’antichità, durante i quali era consuetudine fermare le guerre in corso per tutta la durata delle attività olimpiche, succede ancora oggi nel 2014. Protagonisti Sochi, i Giochi Olimpici invernali in partenza in Russia, i ribelli ceceni e le 40 mila unità delle forze dell’ordine impiegate dall’organizzazione nella sicurezza. L’evento sportivo di carattere planetario, che si svolgerà dal 7 al 23 febbraio, è stato preceduto da ben tre azioni terroristiche sul territorio russo. Due attentati suicidi a Volgograd sul finire del 2013, con kamikaze in azione alla stazione ferroviaria e su di un filobus pubblico, uno a Makhachkala in Daghestan nel gennaio scorso, attraverso un delirante attacco esplosivo ai danni di un ristorante. 34 i morti e allarme immediato per l’Olimpiade di Sochi, città di villeggiatura situata ai margini di quella regione del Caucaso settentrionale che gli estremisti ceceni rivendicano come possibile, nuovo Stato islamico. terrorismo VolgogradAnnosa la questione cecena, nuova ed estremamente apprensiva la situazione per la cittadina olimpica russa, minacciata esplicitamente dal leader dei ribelli ceceni Doku Umarov, che è riuscito a definire il prestigioso evento sportivo “una danza satanica sulle ossa dei nostri antenati”. Gli insorti hanno voluto così tramutare lo sfarzoso happening di Putin (si parla di investimenti per 40 miliardi di euro) in una “lingua” di terrore che si estende dal Mar Nero alle pendici delle montagne caucasiche. In stato di allerta, oltre a tutti i principali siti di interesse russi, anche le delegazioni sportive di tutto il mondo chiamate a rappresentare i rispettivi Paesi ai Giochi. Negli Stati Uniti, dove parlano dell’Olimpiade più a rischio dopo Atene 2004 e relativo spettro di Al Qaeda, si dice abbiano addirittura approntato un piano di evacuazione per gli atleti. In Italia, il presidente del CONI Giovanni Malagò, dopo aver ribadito la sua fiducia negli apparati di sicurezza interna russi, ha parlato di “inquietudine” da tamponare con “strumenti straordinari”.

Gli azzurri di Malagò, ospiti in uno dei tre Villaggi olimpici allestiti (Coastal Village ad Adler), si presenteranno in 113, capitanati dal portabandiera Armin Zoeggeler. Quattro in più rispetto a Vancouver 2010 e un’età media di 26 anni, con gli estremi che vanno dal quarantunenne Giorgio Di Centa alla diciottenne Sandra Robatscher. Due le specialità alle quali in nostri ragazzi non sono riusciti a qualificarsi: l’hockey su ghiaccio e il curling. Obiettivo dichiarato: incrementare il bottino di 5 medaglie conquistate nella precedente edizione canadese.

sportinvernali3Da amanti dello sport, siamo certi che gli i nostri connazionali non deluderanno le attese. E siamo ancora più convinti che la militarizzata Sochi 2014 sancirà il trionfo di uno dei massimi eventi sportivi esistenti, capace di fondere i sogni e le speranze di 2864 atleti appartenenti a 88 nazionalità differenti e di mettere in vetrina, sotto gli occhi del mondo, 15 discipline diverse.

E allora, come soleva dire Brera in occasione di trionfi sportivi, in alto le bandiere e i canti per la ventiduesima edizione dei Giochi Olimpici invernali. Che la fiamma olimpica illumini i cinque cerchi più famosi dello sport.
sportinvernali
La squadra azzurra ufficializzata dalla Federazione Italiana Sport Invernali

Sci Alpino: Luca De Aliprandini, Peter Fill, Stefano Gross, Werner Heel, Christof Innerhofer, Manfred Moelgg, Roberto Nani, Dominik Paris, Giuliano Razzoli, Davide Simoncelli, Patrick Thaler, Federica Brignone, Chiara Costazza, Elena Fanchini, Nadia Fanchini, Denise Karbon, Francesca Marsaglia, Daniela Merighetti, Verena Stuffer.

Freestyle: Markus Eder, Giacomo Matiz, Silvia Bertagna, Deborah Scanzio.

Snowboard: Mainhard Erlacher, Roland Fischnaller, Tommaso Leoni, Aaron March, Luca Matteotti, Christoph Mick, Emanuel Perathoner, Omar Visintin, Corinna Boccacini, Raffaella Brutto, Michela Moioli, Nadya Ochner.

Sci di Fondo: Roland Clara, Francesca De Fabiani, Giorgio Di Centa, David Hofer, Enrico Nizzi, Dietmar Noeckeler, Fabio Pasini, Mattia Pellegrin, Federico Pellegrino, Debora Agreiter, Elisa Brocard, Virginia De Martin Topranin, Ilaria Debertolis, Greta Laurent, Marina Piller, Gaia Vuerich.

Biathlon: Christian De Lorenzi, Lukas Hofer, Daniel Taschler, Dominik Windisch, Markus Windisch, Nicole Gontier, Karin Oberhofer, Michela Ponza, Alexia Runggaldier, Dorothea Wierer.

Salto: Davide Bresadola, Sebastian Colloredo, Roberto Dellasega, Evelyn Insam, Elena Runggaldier.

Combinata Nordica: Armin Bauer, Samuel Costa, Giuseppe Michielli, Alessandro Pittin, Lukas Runggaldier.

Bob: Simone Bertazzo, Francesco Costa, Simone Fontana, William Frullani.

Slittino: Dominik Fischnaller, Patrick Gruber, Christian Oberstolz, Patrick Rastner, Emanuel Rieder, Ludwig Rieder, Armin Zoeggeler, Sandra Gasparini, Sandra Robatscher, Andrea Voetter.

Skeleton: Maurizio Oioli.

Pattinaggio di velocità: Matteo Anesi, David Bosa, Andrea Giovannini, Mirko Nenzi, Yvonne Daldossi, Francesca Lollobrigida.

Pattinaggio di figura: Paul Bonifacio Parkinson, Carolina Kostner, Valentina Marchei, Stefania Berton, Ondrej Hotarek, Anna Cappellini, Luca Lanotte, Nicole Della Monica, Matteo Guarise, Charlene Guignard, Marco Fabbri.

Short Track: Arianna Fontana, Cecilia Maffei, Lucia Peretti, Martina Valcepina, Elena Viviani, Yuri Confortola, Tommaso Dotti, Anthony Lobello, Nicola Rodigari, Davide Viscardi.mascotte

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Scrivi un commento

Articoli Recenti:

Autore

Segui Overtime Festival

Articoli Recenti