MARCO PASTONESI

Ha scritto per ventiquattro anni per La Gazzetta dello Sport. Si divide tra due passioni: il rugby e il ciclismo. Su quest’ultimo argomento con Ediciclo ha pubblicato: “Gli angeli di Coppi. Il Campionissimo visto da chi ci correva insieme, contro ma soprattutto dietro” (1999), “Il diario del gregario ovvero Scarponi, Noè e Bruseghin al Giro d’Italia” (2004), “La corsa più pazza del mondo. Storie di ciclismo in Burkina Faso e in Mali” (2007), ha curato “Girardengo” (2005) e “Cavanna, l’uomo che inventò Coppi” (2006); nel 2011 ha curato, con Fernanda Pessolano, “Attenzione ciclisti in giro”, vincitore del Premio Coni; nel 2014 ha affiancato Alfredo Martini nella scrittura dell’autobiografia “La vita è una ruota. Storia resistente di un grande italiano”. Nel 2016 ha pubblicato, assieme a Claudio Gregori e Attilio Scarpellini, “La stoffa dei campioni” e “I diavoli di Bartali” e “L’uragano nero. Jonah Lomu, vita morte e mete di un All Black” (66th and 2nd, 2016), libro che gli è valso il prestigioso riconoscimento del premio Bancarella Sport 2017. Nel 2017 ha affiancato il campione di volley Ivan Zaytsev nella realizzazione dell’autobiografia “Mia” (Rizzoli).

Scopri gli eventi di Overtime Festival 2019