VALERIO CALZOLAIO

VALERIO CALZOLAIO

61 anni, è nato nell’ottobre 1956 a Recanati (Macerata) e risiede a Macerata. Si è diplomato a pieni voti nel luglio 1975 presso il Liceo Scientifico di Macerata con una tesina su Antonio Gramsci e laureato in Scienze Politiche a pieni voti nel luglio 1979 presso l’Università di Macerata, con una tesi in Diritto Costituzionale Comparato.
Ha due figli: Chiara e Michele. È giornalista pubblicista.
Calzolaio è stato eletto deputato italiano per 4 legislature, la prima volta (1992) secondo nella lista regionale, le altre volte (1994, 1996, 2001) vincitore nel collegio di Macerata. È sempre stato componente del gruppo DS, Vice presidente della Commissione Ambiente 1994-1996, nella Presidenza del Gruppo nazionale 2001-2006, rappresentando il parlamento italiano ai principali appuntamenti ambientali internazionali (da New York a Johannesburg).
Dal 1996 al 2001 è stato sottosegretario al Ministero dell’Ambiente nei tre governi di centrosinistra (Prodi, D’Alema, Amato), rappresentando il governo italiano ai principali appuntamenti ambientali internazionali (da Kyoto all’Aja, da Nairobi a Bruxelles).
Calzolaio è stato consulente ONU, del segretariato della Convenzione per la lotta alla siccità e alla desertificazione (UNCCD) nel 2002 e dal 2006 al 2009. Ha inoltre avuto vari incarichi politici regionali e nazionali nel PdUP, nel PCI, nel PDS e nei DS; è stato anche consigliere comunale a Macerata dal 1985 al 1990 e dal 2005 al 2010.
Parallelamente all’attività politica, Valerio Calzolaio ha proseguito nell’attività di ricerca, ha ottenuto due borse di studio di storia costituzionale in Francia (Parigi, 1982) e in Inghilterra (Exeter, 1984), è stato professore a contratto di Diritto Costituzionale all’Università di Macerata negli anni accademici 1990-1991 e 1991-1992.
Dal 1979 è anche giornalista e ha collaborato con numerosi quotidiani nazionali.
Ha curato l’edizione di alcuni volumi collettanei; ha scritto libri su vari argomenti storici e ambientali. Ha anche pubblicato alcuni saggi scientifici di materia costituzionalistica, articoli e saggi di natura culturale. Recentemente ha pubblicato tre volumi di storia e scienza:

  • “Ecoprofughi. Migrazioni forzate di ieri, di oggi, di domani” (NDApress, Rimini 2010; ed. economica 2016), presentato in circa 70 occasioni pubbliche;
  • con Carlo Latini, “Da Moro a Berlinguer. Il Pdup dal 1978 al 1984” (Ediesse, Roma 2014), presentato in oltre 50 città;
  • con Telmo Pievani, “Libertà di migrare” (Einaudi, Torino 2016), già presentato in oltre 50 occasioni pubbliche.

Pubblica recensioni di libri in vari siti, blog e riviste online, in particolare di romanzi gialli e neri (dal 1995 al 2014 con una rubrica settimanale di recensioni di genere su settimanali distribuiti in edicola). È componente della giuria del Premio Scerbanenco dal 2000.
Dal gennaio 2014 è divenuto sommelier.
Cura le pagine Facebook “Isole e carceri”, “Libertà di migrare” ed altre.

2018-10-01T16:14:36+00:00